Via Sinistra – Eremita das Trevas

Black metal e Portogallo: affari che solitamente funzionano.

Gli anni hanno dimostrato come le due componenti sappiano articolare album di buona fattura e l’ascolto di questa terza prova da parte dei Via Sinistra alimenta il fuoco di tale considerazione.

La band dirada la sua arte con calma tentacolare con la prima Luar de Transmutaçao, un pezzo che cerca di partire da lontano, con velenosa calma ed istinti rituali. Lodevole l’impatto vocale strascicato e memore degli storici prodotti degli anni ‘90, tale aspetto sottolinea la volontà precisa che anima e si propaga dai fili del monicker.

Approcciarsi ai Via Sinistra significa dislocare i nostri corpi in un’altra era, un’era dove il black metal veniva vissuto certamente in modo differente (e con più calma). L’aura diabolica è totale e persistente, Eremita das Trevas attinge fascino dalla sua costante fruizione (calarsi nella parte, attendere che le note facciano effetto). Non ci troviamo di fronte ad un black metal sparato a mille, qui si cerca di alimentare la manovra con soluzioni ponderate, passi se vogliamo intelligenti e tendenti all’abbraccio introspettivo.

Sotto certi aspetti questo Eremita das Trevas sorprende. Lo fa grazie alla sua presa salda, e alla “densità” espressa che si trasformerà presto in potente sortilegio. Ma ci vorrà senza ombra di dubbio la nostra collaborazione, l’uso della pazienza per riuscire a plasmare una materia ricca di un occulto fascino primordiale.

Ha l’effetto di una colata magmatica la discesa dentro questa tracklist, un’azione ponderata quella rilasciata con scrupolo dalla cima, un’impronta dismessa, opprimente, portatrice di sole ed esclusive sensazioni nocive.

Tormenta – A Grandiosa Apoteose riesce a portarsi dietro antiche ed imperscrutabili sensazioni care a certa musica partorita dalla Norvegia. E il suo tocco lo conferisce anche la breve Pelas Aguas do Caronte prima che l’impulso di una tenebrosa e funerea O Luto… ci rimandi, in compostezza, nella nostra amata cripta di fiducia.

Eremita das Trevas non è facile da pesare mentre la qualità che ci arriva mi appare indubbia. Potrebbe anche non esercitare il necessario fascino, questo sarà solo un fattore di approccio e di quanti ascolti hanno girato nelle nostre teste nel passato. Il prodotto c’è, bisogna solo avere la voglia di “morderlo” a dovere.

Summary

Perverse Homage (mc), Altare Productions (lp), Deviant Records (cd), 2023

Tracklist:

01. Luar de Transmutaçao
02. Alma de Inverno
03. Espectros
04. Sangue Antigo – Atavismo Celta
05. Arquétipos da Noite
06. Cinzas
07. Tormenta – A Grandiosa Apoteose
08. Pelas Aguas do Caronte
09. O Luto…