Slob – Deepwoods Shack Of Sodomy

Gli inglesi Slob hanno messo assieme i pezzi del loro cadavere nel 2013 ma solamente oggi arrivano a mostrarcelo in tutta la sua orrida e putrescente figura. Troviamo la Comatose Music a spingerli, e la copertina recita certamente un “ruolo chiave” nel dare subito idea di odori, sapori o esalazioni che andremo a respirare su Deepwoods Shack Of Sodomy.

Partiamo dal presupposto che gli Slob hanno confezionato un disco brutal death/slam come tanti altri. Il limite che passa da una scarsa sufficienza – o peggio – ad una piena sufficienza è davvero labile e muterà a seconda dell’entusiasmo dato dal nostro approccio al prodotto. Ci sono certamente tante buone parti ed il disco scorre bene lungo la sua mezz’ora di gestazione; però alla fine si resta un po’ così, con niente o nulla in mano e la sensazione : “che si, tutto bene, tutto secondo tradizione però…meh”.

Deepwoods Shack Of Sodomy lascia intendere amori per Mortician, Gorgasm, Suffocation, Cannibal Corpse e persino qualche rimando alla Morbid Angel nel riffing (esempio dato da Squeal Like a Pig e title track, non a caso prime e migliori del tutto). La batteria programmata certamente rende il tutto un pochino più freddo e macchinoso (sensazione lontana dal luogo di “baracca fatiscente” che si vuole fare respirare all’ascoltatore), però bisogna anche dire che il muro sonoro innalzato riesce a fare il suo, ben insozzato da chitarre indirizzate a dovere ed un growl bello unto ed impastato.

Insomma, questo duo inglese fa il suo ed accontenterà la branchia che si ciba esclusivamente di prodotti di questo tipo. Non possiamo dire che Deepwoods Shack Of Sodomy sia brutto, però lascia davvero poco dopo il suo passaggio (sensazione di sterilità) e questo basta per farsi due domande. Da parte mia gli tocca la singolare votazione “59”, bruttina da vedersi ma esplicativa di ciò che ho infine avvertito. Il pensiero di ascoltare questo debutto degli Slob non mi infastidisce, anche se poi a conti fatti non riesce ad arrivare a completare quel percorso sostanzioso che sempre vorremmo sentire servito.

59%

Summary

Comatose Music (2022)

Tracklist:

01. Intro (Sodomy In The Swamps)
02. Squeal Like A Pig
03. Deepwoods Shack Of Sodomy
04. Hogtied And Sodomized
05. Alligator Death Roll
06. Wrong Turn
07. Pitchfork Puncture Wounds

Commenta