Slit Your Gods – Dogmatic Convictions of Human Decrepitude

Dogmatic Convictions of Human Decrepitude è l’indovinato titolo dell’ep di esordio degli spagnoli Slit Your Gods. Ai nostri bastano al momento tre pezzi per convincerci a puntare su di loro in futuro, la loro musica avanza poderosa e blasfema in pieno rigurgito brutal death metal. Derivativi? Certo! Ma per niente lobotomizzati o in preda ad aride esecuzioni prive del necessario sostegno sentimentale.

Rituali narrati ed evocazioni faranno da contorno a tre brani fulminanti e carnali, intricati quanto basta per solleticare i palati più difficili, ma senza concessioni a strutture dal “facile appeal”. Il quintetto spagnolo offre una prestazione pungente e decisa, brutale e sporca quanto basta con quel tocco “demoniaco” in più che di certo male sopra non sta (ci riporta anzi a certi fetidi prodotti anni ’90).

Non male davvero le melodie malsane respirabili nella traccia di mezzo Dragged by the Cross (che è anche la più breve del vincente lotto), ma in generale tutto lavora in simbiosi, lasciando sgorgare l’estro dei musicisti coinvolti (il basso ci tormenterà a puntino).

Dogmatic Convictions of Human Decrepitude arriva per vie dirette con i suoi tre brani di assoluta devastazione. Verranno sparsi cura e attenzione, ma ogni briciolo di forza verrà usato/filtrato per veicolare un messaggio blasfemo e pienamente urticante. Mi aspetto questo tipo di cura anche in occasione dell’uscita di un primo full-lenght. Al momento i Slit Your Gods escono in combutta con Comatose Music il cui fiuto è certamente riconosciuto. Staremo a vedere.

Summary

Comatose Music (2020)

Tracklist:

01: Cult of Surpreme Blasphemy
02: Dragged by the Cross
03: Scapulars of Human Decay

Commenta