Sathanas – Necrohymns

Gli americani Sathanas portano al traguardo l’ennesimo buon lavoro di una carriera sempre più solida, marcia e corposa. Con Necrohymns arriviamo a contarne dieci, dieci capitoli che hanno sventolato la […]

Gli americani Sathanas portano al traguardo l’ennesimo buon lavoro di una carriera sempre più solida, marcia e corposa. Con Necrohymns arriviamo a contarne dieci, dieci capitoli che hanno sventolato la bandiera di un rozzo e pulsante black-death metal con fierezza e giusta attitudine nei confronti del “male”.

E’ davvero impossibile provare antipatia per questi ragazzi e per l’emisfero sonoro da loro creato. Copertine sempre indovinate e sound lesto nel trascinare l’ascoltatore nei meandri fangosi e diabolici di una musica pronta a sdradicare putrefatte spoglie dal terreno.

Necrohymns lavora assiduamente sul tiro. Nessuno degli otto brani presentati si evita questa peculiare caratteristica, componente che rema a favore di mezzi tempi ficcanti ed heavy, ben adagiati su una produzione che fa il suo sporco lavoro con relativi quanto onorevoli versamenti di sudore. In fatto di tormentoni spicca senz’altro la seconda Of Wrath and Hellfire, ottimamente impastata nel suo riffing “a ragnatela” dannato ed efficace, ma anche le varie Throne of Satan, Harbinger of Death, l’inno Raise the Flag of Hell e Sacramentum (giusto per dirne qualcuna) faranno sporca figura per un Necrohymns che riuscirà (apparentemente senza fatica) a deporre l’ennesima valida colonna portante di una sempre più apprezzata e orgogliosa discografia.

Non c’è una valida scusante per evitare questa abbondante nuova mezz’ora con i Sathanas. L’esempio diretto sul come coltivare il proprio campetto paghi sempre, soliti frutti ogni anno, niente di nuovo, ma risultato in termini di bontà pressoché garantito. I Sathanas non aggiungono nuove parole al loro rudimentale vocabolario (mai lo hanno fatto) e va tutto bene così, certe formazioni è così che devono comportarsi, il “problema” sarebbe dato probabilmente dal contrario.

  • 70%
    - 70%
70%

Summary

Transcending Obscurity Records (2018)

Tracklist:

01. At the Left Hand of Satan
02. Of Wrath and Hellfire
03. Throne of Satan
04. Harbinger of Death
05. Raise the Flag of Hell
06. Upon the Wings of Desecration
07. Sacramentum
08. Witchcult

About Duke "Selfish" Fog