Persecutory – Towards The Ultimate Extinction

Non ho dubbi nel definire il gran ballo di debutto dei turchi Persecutory un bel sentire. Un ruggente quanto implacabile  battito death metal che non rifugge essenziale e oscure sensazioni […]

Non ho dubbi nel definire il gran ballo di debutto dei turchi Persecutory un bel sentire. Un ruggente quanto implacabile  battito death metal che non rifugge essenziale e oscure sensazioni black metal durante la sua accurata esecuzione (avremo per tutta la durata un’idea di bilanciamento che varrà come arma in più ai fini del giudizio).

Towards The Ultimate Extinction suona in tutto e per tutto come un prodotto d’alta scuola, tanto che finirà col farti assaporare come “dono speciale” ogni singolo-infernale minuto. L’efferatezza della produzione da il suo prezioso contributo alla causa (tingendo l’aria di negativa scioltezza) dando quel necessario spolvero ad una formula musicale che si promette di avanzare, gorgogliare e devastare a man bassa senza dimenticare l’uso di un certo “intelletto”.

C’è una perfetta alchimia nella musica firmata Persecutory, non c’è stagnazione ma un ottimo riciclo delle torbide acque scelte di musicare (per dare forma a ciò che vi potrà aspettare date un ascolto a Till Relentless Salvation Comes). Con Towards The Ultimate Extinction ci troveremo al cospetto del classico album che sa di speciale senza eccedere, di un album che non ti carica di responsabilità facendoti avvertire una certa grandezza di fondo. I Persecutory indovinano i pezzi e trovano la necessaria ispirazione, molte volte non serve altro per poter sparare fuori un qualcosa d’altamente convincente e duraturo.

E così ci troveremo a passare attraverso formule death metal classiche e speciali rituali sonori cari ai Mayhem o a certe affascinanti melodie svedesi. Ed è una sorta di “miracolo” quello che sono riusciti a fondere i Persecutory perché vi posso assicurare che i minuti si scioglieranno come neve al sole indice di un intrattimento efficace e pulsante sotto ogni aspetto.

Towards The Ultimate Extinction è un disco che “spinge” ed ammalia, un frutto da raccogliere per testare la validità di alcuni prodotti che ancora oggi se ne escono senza paura, affrontando ogni tipo di difficoltà, sempre più in aumento con l’andare degli anni. Lasciatevi possedere e non ne andrete delusi, assolutamente maestosi nel loro piccolo.

 

About Duke "Selfish" Fog