Masquerader – Singular Point

Thrash metal dal Taiwan in compagnia degli allegri Masquerader, il loro ep Singular Point fu capace di entusiasmarmi non poco nei primi mesi del 2013, la classica autoproduzione di rilievo […]

Thrash metal dal Taiwan in compagnia degli allegri Masquerader, il loro ep Singular Point fu capace di entusiasmarmi non poco nei primi mesi del 2013, la classica autoproduzione di rilievo sulla quale scommettere, presentata su cd ed accompagnata da un artwork adeguato e catalizzante.

Quattro pezzi uno più trascinante dell’altro, quattro pezzi che non hanno paura di imporsi nonostante la navigazione in acque sicure sia abbastanza ovvia, c’è quindi la sicurezza, c’è forte passione ad alimentare questi ragazzi che compiono un piccolo miracolo (forse sono proprio questi quelli più belli da incontrare) in appena 16 divertentissimi minuti.

Titoli come Atomic Funeral (pezzo devastante, il mio preferito, non a caso posto subito in apertura) o Thrasher Commandos sono già pronti in trincea per rispondere a qualsiasi dubbio o qualsiasi domanda riguardo l’impronta sonora della band. Si sente ovviamente l’America con Exodus, Vio-Lence e Agent Steel -per il lato “speed”- da un parte mentre dall’altra è pronta a rispondere la Germania a suon di colpi alla Destruction/Tankard; ma come sempre sono solo nomi buttati li, i primi che mi sono venuti in mente, altri ne conseguiranno.

I miei riflettori sono giustamente puntati su di loro, quantomeno doveroso dopo aver consumato l’ep in questione, certo bisogna vedere cosa potranno combinare su lunghe distanze, ma se quattro ottimi pezzi (non posso non citare la schizo-prestazione vocale su S.A.T.A.N.) non bastano a pensare bene non vedo cos’altro potrebbe farlo.

La produzione non sarà delle più chirurgiche in circolazione ma aiuta -in parte- al fattore “invecchiamento”, già espresso più che dignitosamente da un songwriting che sputa addosso a molte uscite ritenute “importanti” degli ultimi tempi.
Singular Point mette addosso fame, gioia e dannata voglia di scoprire nuove e sempre più sconosciute bands, chi non approva si merita un trattamento speciale, quello di ascoltarsi controvoglia, immobilizzato ed imbavagliato una bella botta di Thrasher Commandos. Quando la becera ignoranza fa di tutto per salire sul palco nascono questi gioielli.

About Duke "Selfish" Fog