Lost Society – Terror Hungry

Un altro giro nella “new generation of Thrash Metal”, così dopo la poco convincente prova -a mio parere- delle Nervosa ecco piombare dalla Finlandia i Thrash-Boys Lost Society con il […]

Un altro giro nella “new generation of Thrash Metal”, così dopo la poco convincente prova -a mio parere- delle Nervosa ecco piombare dalla Finlandia i Thrash-Boys Lost Society con il secondo disco in due anni. Essere su Nuclear Blast così presto è già segnale di molte cose, in poche parole vuol dire che la formazione è ben seguita e considerata, anche in questo caso ci troviamo di fronte a dei bei figlioli, così giusto per accaldare le più giovani metallare del mondo che non faticheranno a sorvolare sulla qualità privandosi magari di autentiche perle per dare tutte se stesse a questi prodi cavalieri del Thrash Metal più rude e “maleducato” in circolazione.

Quando ho ascoltato la title track Terror Hungry mi ero già pregustato un ascolto a pieno regime, di quel tipo che dimentichi tutto solo per scapocciare in santa pace dimenticando gli impervi ostacoli della vita. Invece oltre a questa traccia mi è andato giù (in senso positivo) davvero ben poco, su tutte la doppietta iniziale rappresentata da Game Over e Attaxic poi l’ascolto si manda avanti stancamente senza arrivare ad un completo disastro ma lasciando senz’altro discreta amarezza ad ondeggiare li davanti in maniera stantia. Rimango quasi incredulo nel vedere come certi pezzi si spengano, brevi lampi fanno intendere che c’è del buono ma almeno nel mio caso è la “produzione” il capo d’accusa che fa spegnere i “bollenti spiriti”, perché mi sono rilassato troppo, ho perso concentrazione, l’incisività va a quel paese a corrente alterna, troppo alterna e fa male soprattuto quando i brani hanno la pretesa di arrivare a cinque minuti. Non è tutto da buttare, i momenti “mosh” sono divertenti  e risvegliano gli antichi flussi racchiusi in noi (su tutti -mi ripeto- quello della killer title track, classico brano esca che porta in seguito solo tanta delusione), se avete amato l’operato di Nuclear Assault e D.R.I. un ascoltino-ino potete pure darcelo, una piccola fiammella di positivà la risconterete quasi sicuramente (alla fine sarà solamente una battaglia di aspettative o sopportazione).

Loro si vogliono divertire e anche in questo caso mi tocca tirare fuori il concetto di “passo più lungo della gamba” perché con basse pretese tutto giocherebbe a loro favore. Si divertiranno pure e divertiranno anche chi li segue o seguirà, faranno casino e magari nel tempo riusciranno a tirare fuori qualcosa di più incisivo ed intenso, le armi a disposizione in fondo le hanno. Bastava pochino per  raggiungere una sufficienza striminzita, ma almeno per me troppi “sbadigli” e bisogna purtroppo farli emergere in sede di votazione.

About Duke "Selfish" Fog