Infernal Execrator – Ad Infinitum Satanic Adherent

Bestialità dal Singapore con gli Infernal Execrator e il loro ferale debutto chiamato Ad Infinitum Satanic Adherent. Un debutto fatto letteralmente “sudare” ai folli seguaci in attesa nella fossa, visto […]

Bestialità dal Singapore con gli Infernal Execrator e il loro ferale debutto chiamato Ad Infinitum Satanic Adherent. Un debutto fatto letteralmente “sudare” ai folli seguaci in attesa nella fossa, visto che le origini del gruppo recitano inequivocabilmente “anno 2005”, e in quasi un decennio sono riusciti a sputare dalle fauci solo uscite minori come split ed ep.

Ma la dura gavetta ha senz’altro giovato loro, così posso parlarvi positivamente di questi voracissimi trenta minuti pieni di fiamme, macello e blasfemia. Gli Infernal Execrator fanno detonare le loro note senza per questo rinnegare una subdola melodia pronta a fare capolino qui e là (ascoltare l’ottima Demonicult Patheosodomization per credere) senza ammaccare mai una corazza black/death convinta ma soprattutto -e in ogni caso- convincente. Seguire i maestri porta di certo i suoi frutti e questi ragazzi lo dimostrano in tutta la loro efficacia, la tracklist è pungente come è giusto che sia, non annoia mai e dimostra pure uno spessore che altri possono solo sognarsi (sia grandi decaduti che “piccini”). Al contempo gli Infernal Execrator dimostrano di saperci pure fare con gli strumenti il che di certo non guasta, a maggior ragione quando le tue intenzioni “ignoranti” stanno lì a dettar legge, prive di paura, spavalde in prima fila.

Ad Infinitum Satanic Adherent è un lavoro da mettere in circolazione per quando si vuole lasciare fluire la rabbia, per quando la “ferocia” prende il sopravvento. Già un primo ascolto rende giustizia a queste composizioni dirette, i successivi non faranno altro che comprovare la buona impressione iniziale. La fame incrementa sulle note di Singatheos Regimentum Mastema o su quelle di una title track vomitata fuori direttamente dalle viscere. Basterà poi guardare velocemente la copertina per pensare di essere dentro il corpo dei Black Witchery, il che non guasta di certo visti i più che buoni risultati.

Velocità senza mai omettere un certo “controllo”, fucilate fra capo e collo, crude e velenose. Un buon modo per riconciliarsi con uno dei lati più volgari in circolazione. Ad Infinitum Satanic Adherent ha ricevuto diverse stampe in diversi formati, è passato così dalla Eastern Voice Production alla “più ufficiale” e meglio distribuita Dunkelheit Produktionen. Trovate quel trovate, l’importante sarà solamente acchiappare.

About Duke "Selfish" Fog