Eternal Helcaraxe – In Times of Desperation

Avendo perso il debutto Against All Odds datato 2012 buttarsi dentro il secondo full-lenght degli irlandesi Eternal Helcaraxe è stato come il proverbiale “salto nel vuoto”. E pensare che l’impatto […]

Avendo perso il debutto Against All Odds datato 2012 buttarsi dentro il secondo full-lenght degli irlandesi Eternal Helcaraxe è stato come il proverbiale “salto nel vuoto”. E pensare che l’impatto con il nuovo In Times of Desperation non è stato dei più felici; certo qualcosa la potevo anche intuire, ma di certo non potevo credere al cambio drastico (un relativo ribaltamento di situazione) avvenuto già al secondo passaggio e poi via via migliorato.

La lunghezza del disco gioca un duplice quanto ovvio ruolo all’interno della stabilità che potremo ottenere durante il decorso di In Times of Desperation, gli Eternal Helcaraxe individuano lo stampo e lo non lo mollano più stringendolo con ardore sino alla conclusione. Di fatto creano un vortice dal quale sarà difficile uscire, sia nella buona che nella cattiva sorte.

Our Time in the Sun da fuoco alle polveri e propone un dato vortice sonoro con il quale impareremo a fraternizzare (ma avremo tempo, quelli che sono soliti sapere aspettare vivranno il disco molto meglio, aldilà delle caratteristiche spesso veloci e talvolta soffocanti) già sulle spire a dir poco magiche elaborate dalla successiva End of All Things.

Il black metal degli Eternal Helcaraxe gioca molto per melodie (che siano lampanti o meno), dentro un campo che è solitamente battuto dai vicini di casa interessati al genere (più o meno lontani, cosa che spicca soprattutto nei rilievi epici), ma sa anche pescare aspetti e privilegi da realtà più ben a Nord, finendo per distribuire una formula sonora ricca di furia, melodia ed epicità (una divisione che direi abbastanza equa). Capisci che “ci sanno fare” quando butti l’occhio alla singola durata dei brani, questi sono spesso lunghetti tranne che in rare eccezioni e l’aspetto positivo sta proprio nel loro saper eludere questa loro effettiva e lampante corposità. In tal modo scivolano via i quasi sette minuti di Kneel Before None, i nove e mezzo di Bannow (apparirà una voce femminile a ben collegarsi con lo scream di Praetorian, un compagno valevole e che mai ci abbandonerà) e i nove di In Times of Desperation. Altro discorso invece per le brevi e sfavillanti The Healer and the Cross e From Seeds to Forest, ulteriori dimostrazioni/conferme circa l’ispirazione e di abilità non convenzionali sul come di debba fare per affrontare un pezzo con il coltello tra i denti.

Gli Eternal Helcaraxe dicono la loro e lo fanno più che bene, gli apassionati del genere sono dunque avvisati; se sapete ancora come ascoltare del buon black metal In Times of Desperation è li che vi aspetta.

  • 70%
    - 70%
70%

Summary

Naturmacht Productions (2017)

Tracklist:

01. Our Time in the Sun
02. End of All Things
03. Kneel Before None
04. The Healer and the Cross
05. Bannow
06. From Seeds to Forest
07. In Times of Desperation
08. One Journey

About Duke "Selfish" Fog