Dormanth – IX Sins

Inizia davvero bene il terzo album degli spagnoli Dormanth, Human Claim è il pezzo giusto al momento giusto, uno di quelli capaci di “tirarti la volata” sino alla fine, con […]

Inizia davvero bene il terzo album degli spagnoli Dormanth, Human Claim è il pezzo giusto al momento giusto, uno di quelli capaci di “tirarti la volata” sino alla fine, con buona pazienza dell’entusiasmo che andrà leggermente smorzandosi lungo la via; ma non c’è che dire, il suo onesto risultato IX Sins lo porta comunque a casa.

Te lo dicono in primis canzoni come Like Ice e Frozen Tears (dove il tocco alla Paradise Lost non verrà affatto tenuto nascosto), la mutevole Let See The Wood o l’arrembante Promised Land, la cui melodia in pressione sarà molto difficile da poter scacciare.

I Dormanth spaziano dalle coste inglesi alle melodie svedesi (anche se ho pensato spesso ai Before the Dawn). Sanno di certo come far combaciare intrecci gotici al melodic death metal, e ci lasciano pure intravedere conoscenze  di pregiate armonie provenienti dalle meravigliose terre greche. Se vi mettete a pensare a tutto ciò avrete più o meno in testa la forma che i nostri vogliono quest’oggi lasciare scorrere con robusta ed estrema semplicità. IX Sins è difatti un lavoro facile da masticare, uno di quelli che non ti concede perdite di tempo, è esplicito e va bene così, perché c’è bisogno di dischi di questo tipo in un mondo dove i minuti non sono mai abbastanza per tutto.

Anche se talvolta non chiudono il cerchio di un dato brano alla perfezione (penso ad esempio a Lamb Or Wolf, alla lenta e a tratti intrigante Soul Shall Die e a The Skin) bisogna dire che alcune “fiammate” sono capaci di balzare subito all’attenzione, sottolineando capacità di un certo interesse in sede di songwriting.

Aldilà di futili discorsi questo terzo Dormanth si merita decisamente un ascolto, chissà non riusciate ad estrapolare del materiale di rilievo per le vostre metallose giornate. IX Sins il suo lo fa, non sarà eccezionale ma ci sta.

About Duke "Selfish" Fog