Decomposing Entity – So It Begins

So It Begins è il primo lavoro sulla lunga distanza per i croati Decomposing Entity, una band che ha saputo aspettare il momento giusto per sferrare il giusto e “quadrato” […]

So It Begins è il primo lavoro sulla lunga distanza per i croati Decomposing Entity, una band che ha saputo aspettare il momento giusto per sferrare il giusto e “quadrato” colpo. Pura passione per il death metal è quello che si offrono e ci offrono all’interno di questo loro pungente (e sotto certi aspetti “vivo”) esordio, presentato con una produzione che non potrà fare a meno di solleticare i palati dei meglio prodotti usciti durante gli anni novanta in America (insomma acquisto obbligato per chi conosce a menadito il tiro dei Morrisound Studios).

I Decomposing Entity badano al loro campo con l’unica parola possibile ovvero “impegno”, si sente la voglia grondante di fare bene (e nulla di nuovo, ma vi assicuro che non sarà un problema se il death metal circola abitualmente nel vostro sangue) e di non buttare mai via niente. Il disco è di una linearità mostruosa, sa benissimo ciò che vuole e come ottenerlo grazie a quel sound pulsante ed una batteria di certo poco innovativa ma usata come “forza trainante”. Le asce lavorano sodo e appaiono sempre -nel limite del genere- ispirate e perfette quando si tratta di rallentare o meglio “schiaffeggiare” il fortunato avventore di questi malsani lidi. La voce è di quelle che piacciono a me, non troppo invadente o “sbrodolona”, ma determinante nel suggellare l’ottimo muro sonoro minuziosamente imbastito.

Un death metal certamente scoppiettante, pronto a tenervi la giusta compagnia senza manifestare l’opprimente componente della “noia”. I Decomposing Entity hanno la necessaria stoffa e ce lo ricordano in ognuno dei pezzi che va a comporre la tracklist di questo So It Begins. Davvero, in quest’occasione fare “figli e figliastri”non avrebbe alcun senso, tutto è bello, potente ed esaltante e ci fa capire come molte volte “tornare al classico” sia un dono che abbiamo ormai dimenticato di pensare come possibilità.

About Duke "Selfish" Fog