Dämmerfarben – Herbstpfad

Seconda prova per i tedeschi Dämmerfarben e seconda conferma di raffinato e crepuscolare metal naturalistico. Herbstpfad non intende raggiungere la durata del suo predecessore Im Abendrot, ma non si ferma […]

Seconda prova per i tedeschi Dämmerfarben e seconda conferma di raffinato e crepuscolare metal naturalistico. Herbstpfad non intende raggiungere la durata del suo predecessore Im Abendrot, ma non si ferma di certo qui, visto il modo in cui “smaltisce” la carica elettrica per lasciare spazio a frequenti momenti folk. Ma il lato estremo non viene accantonato definitivamente, anzi, a rimanere ben radicato troviamo uno scream “grattato” in veste di guida, e rimangono pure lente chitarre elettriche a dipingere consueti scenari autunnali. Insomma si rimane ancorati a quella tipica malinconia che solo la lingua tedesca sa ottenere, cullati dolcemente ci si addentra in una boscaglia fitta e di apparente tranquillità, perché a covare resta una sensazione di quieto tormento, di una bellezza lenta a crescere, che non ha impellenti bisogni di correre.

Il primo ascolto di Herbstpfad non mi aveva entusiasmato, ma lentamente il disco ha cominciato a rilasciare il suo speciale aroma (per gusto preferisco il debutto, anche se mettersi a fare paragoni fra le due uscite non è cosa proprio semplice), si percepisce la voglia di approdare a qualcosa di più sofisticato di molto più vicino ai territori folk/neo-folk, addirittura non mi sorprenderebbe assistere ad una definita mutazione in futuro.

Cullati dolcemente riaffiorano alla mente gruppi quali Empyrium (primaria ed indiscussa influenza a questo giro mi sembra di capire) e Dornenreich, mentre alla lontana possono avvicinare questa formazione coloro che hanno apprezzato l’operato di Helrunar o Drautran. Questa mezz’ora passa veloce, sussurrata, senza formulare picchi vertiginosi ma senza mostrare neppure evidenti cadute di tono. E’ il disco ideale per affrontare o salutare i colori autunnali di ogni nuova annata. Per le canzoni -se proprio devo lasciarvi una traccia nella boscaglia-  vi lascio il nome di Zu nächtlicher Stund, ma queste avventure vanno vissute con poche preferenze, un bel respiro e  via.

About Duke "Selfish" Fog