Albireon & Omne Datum Optimum – Fragments..

Nuova produzione di livello (cosa ormai consueta) e dal profumo particolare per gli Albireon di Davide Borghi. A questa tornata l’uscita è stata senza dubbio speciale ma soprattutto circoscritta ad […]

Nuova produzione di livello (cosa ormai consueta) e dal profumo particolare per gli Albireon di Davide Borghi. A questa tornata l’uscita è stata senza dubbio speciale ma soprattutto circoscritta ad un numero limitato di copie (191 esemplari su digipack che non mancheranno di impreziosire le collezioni di ogni buon degustatore di sonorità folk/ambient) e vede chiamato in causa il progetto d’oltralpe Omne Datum Optimum. Fragments.. lascia aprire split ed onori agli Albireon per le prime cinque canzoni, poi si resta in sospeso con un interludio svolto a metà fra le parti in causa prima di lasciare il palcoscenico conclusivo alle composizioni dal taglio “meditativo” firmate Omne Datum Optimum (dove troveremo sempre Davide Borghi e la sua chitarra messi a disposizione del francese GAUDINIS Th+XXI).

Lo split raggiunge vette poetiche non da poco e si lascia accarezzare più e più volte senza offrire mai l’ombra di un lontano sbadiglio (le collaborazioni servono anche a questo). Si passa dal cantato in italiano al francese partendo però dall’inglese della prima –e bellissima- The Poet And The Warrior (l’odore e l’ambiente classico/confortevole degli Albireon già pronto ad emergere) sino ad arrivare al latino per un impatto decisamente più “sacro ed austero” come nel caso delle due Crusader Anthem e Sanathanorium (a firma Omne Datum Optimun).

Fragments..  dirama la sua ampia dose di fascino strisciando lentamente fra accese sensazioni e profumi d’altri tempi. Accorgimenti ben ponderati e via il superfluo a favore del sentimento fra le strutture sempre care degli Albireon (quale miglior esempio di un brano toccante ma quasi evanescente come Tra Gli Asfodeli) e quelle più grigie ed ambient -ma lambite dal suono distante del flauto- degli Omne Datum Optimun (ma Chanson du Roi Renaud è una di quelle ballate che non dimentichi).

Se un giorno trovaste Fragments..  girando per l’internet o per qualche fidata bancarella il consiglio è senza dubbio quello di non indugiare.

 

About Duke "Selfish" Fog