Abkehr – In Asche

In Asche è l’ep di esordio dei tedeschi Abkehr, ma è anche il classico ep che vorremmo sempre ascoltare da qualcuno intento a far muovere i primi passi al proprio […]

In Asche è l’ep di esordio dei tedeschi Abkehr, ma è anche il classico ep che vorremmo sempre ascoltare da qualcuno intento a far muovere i primi passi al proprio monicker (difatti mi sento in dovere di votarlo proprio perché si respira un forte senso di sicurezza). Saranno quattro i brani, quattro movimenti abbastanza consistenti (si va sempre sopra i sei minuti di durata) che non potranno far altro di catturare i rispettosi seguaci di una corrente black metal sadica, blasfema ma dalla forte componente magnetica. Ci sarà pure l’uso della melodia, ma mai inserita come protagonista o giù di li, piuttosto contestualizzata al resto come sorta di arma aggiuntiva, un’arma che nulla toglie all’esigenza di voracità, a quella voglia di non guardare in faccia l’ascoltatore che regnerà sovrana lungo ogni grondante secondo qui partorito.

Gli Abkehr riescono a colpire in tutta semplicità (quasi in “armonia”) già al primo impatto. In tal modo avremo un quadro abbastanza preciso dopo una prima stretta di mano, una stretta che non lascerà spazio a dubbi circa la buona qualità respirabile su ogni passaggio. Niente che lasci spazio a dubbi o a sorprese (che non dovremo qui cercare) ma un bel sentire in grado di scorrere fluido come non mai o come forse non ti aspetteresti da un nome nuovo di zecca.

Ma se da una parte ci troviamo di fronte ad un black metal che nulla di nuovo vuole aggiungere ai miliardi di note già incisi, dall’altra quasi ci stupiremo nel realizzare quanto queste composizioni appaiano in qualche modo “mai banali”, mai così uguali fra di loro. E così -strano a dirsi- affiorerà una sensazione di “novità”, di sapienza e sicurezza pronta a stringere la gola per indurre ad un piacevole stato di strangolamento (ben enfatizzato da uno screaming pungente e tendente al stridulo). Un abbraccio secco, misantropico e leale quello rilasciato dagli Abkehr su In Asche, sarebbe una piccola disgrazia doverne ignorare l’esistenza nel suo piccolo.

About Duke "Selfish" Fog