6th Counted Murder – Individual

Un concentrato ispirato e adrenalinico che spazia dal metal estremo a quello più melodico. I 6th Counted Murder in occasione del loro secondo album si armano della dovuta pazienza e […]

Un concentrato ispirato e adrenalinico che spazia dal metal estremo a quello più melodico. I 6th Counted Murder in occasione del loro secondo album si armano della dovuta pazienza e tassello dopo tassello finiscono per accerchiarci con un solido quanto metallico muro. La loro musica appare da subito spessa, propensa nello spingere e schiacciare per mezzo di riffoni potenti o di squarci vocali che ne proveranno tante per offrire una giusta e tutto sommato raffinata varietà.

Individual non ci da mai idea di volersi “incastrare” in un preciso o definito genere. Le sensazioni mutano dal melodic death-thrash a sprazzi decisamente più classici (su Near Death Experience mi sono trovato a pensare agli Iced Earth tanto per rendere idea, poi un ascolto di Cloud Nine dovrebbe spiazzarvi abbastanza fra Iron Maiden, In Flames e Blind Guardian) o progressive, ma i ragazzi non dimenticano l’esigenza di stare al passo con i tempi, diventano così “attuali” facendo sfoggio di tecnica (idealmente vanno a incastrarsi sulla scia lasciata da tempo dai Sadist e ancor prima dai Death) e influenze che potremo definire anche “grasse e core” (si sfiorano addirittura sponde dark sulla cavalcata She). Di certo ci troviamo di fronte a un bel calderone dai tratti spiazzanti, ma è anche realtà il fatto di come i 6th Counted Murder riescano nel tempo a diradare alcuni dubbi, lasciando emergere doti in fase di songwriting davvero encomiabili.

La produzione rende onore ad ogni spunto espresso, avremo così modo di carpire a fondo il serpeggiante riffing, mentre la sezione ritmica si lavorerà i lugubri “bassifondi” del tutto. Spicca senz’altro la prova del nuovo cantante Simone Dalamar Paga, il nostro sarà pronto a sgolarsi, a dare tutto secondo l’approccio o gli spunti impartiti dai pezzi. Anche qui comprenderemo meglio gli sforzi fatti solo a seguito di reiterati ascolti, a quando ci ritroveremo ad anticipare mentalmente l’arrivo di un preciso passaggio.

Quando la capacità strumentale si unisce a delle nitide idee (ma stratificate, come se la famosa “bussola impazzita” avesse trovato un proprio ordine all’interno del caos) escono fuori lavori come Individual, dischi che grondano di creatività e pensano pure ad esaltare un certo Made in Italy. Possiamo affermare che i 6th Counted Murder pescano un po’ in giro (riceverete “lampi” in base alla vostra esperienza di ascoltatori), ma lo fanno armati della dovuta saggezza e alla fine non puoi che percepire benissimo la loro provenienza.

70%

Summary

Sliptrick Records (2019)

Tracklist:

01. Individual Born
02. Syncopate
03. Scent of Despair
04. Near Death Experience
05. Berserk
06. She
07. Brutal Engaged Abuse
08. Cloud Nine
09. Apocalypse in Human Features
10. House of Lies

Avatar

About Duke "Selfish" Fog